Differenza tra Like e Follow in Facebook

Qual è la differenza tra Like e Follow in Facebook (o, in italiano, la differenza tra Mi Piace e Segui o tra Amici e Seguaci)? Questo articolo nasce dall’attività di preparazione del mio corso di Marketing Digitale per Manager che trovi su Udemy.
Nel corso parlo più in generale e più approfonditamente della differenza tra Like e Follow, differenza che è presente in diversi contesti (il corso peraltro è aggiornato già con il nuovo layout di Facebook 2020!).

In questo articolo mi limiterò a parlare della differenza di Like e Follow relativamente al profilo personale ed alla pagina, ma la medesima differenza – opportunamente contestualizzata – la possiamo trovare anche nei Gruppi e negli Eventi.

Facebook: Profilo, Diario e Sezione Notizie

Prima di vedere la differenza tra Like e Follow, è importante capire che quelli che in Facebook in molti percepiscono come un’unica entità, sono invece elementi diversi con i quali noi stessi interagiamo in modo diverso.

Sto parlando del Profilo, del Diario e della Sezione Notizie. Mi riferisco per ora agli elementi del tuo profilo personale, per aggiungere qualche dettaglio sulla Pagina più sotto.

Hey, conosci le web stories, il nuovo formato simile alle storie di Instagram e Facebook, ma senza scadenza?

Questo articolo esiste anche nel formato web story. Prova a dargli un’occhiata

1. Sezione Notizie

Partiamo da quest’ultima.

La sezione Notizie di Facebook
I collegamenti alla tua sezione notizie

La Sezione Notizie è la pagina principale che visualizzi quando apri Facebook. È di fatto la tua home page personalizzata – ed infatti la voce Home che trovi nella barra in alto apre la sezione notizie.

Chi crea la sezione notizie? Uno degli algoritmi di Facebook!

È questo algoritmo che stabilisce cosa farti vedere, quali post, quanti di questi post saranno dei tuoi amici, quanta pubblicità, quanti contenuti delle pagine che segui, ecc.

Puoi scrollare praticamente all’infinito su questa sezione. I contenuti prodotti sono ormai talmente tanti che non credo basti una vita intera per vederli tutti.

Quindi ogni volta che arrivi sul fondo della pagina e Facebook carica nuovi contenuti, è questo algoritmo in particolare (che una volta si chiamava EdgeRank) che si occupa di recuperare nuovi contenuti da mostrarti.

La Sezione Notizie è quindi una sezione sulla quale nessuno aggiunge contenuti, se non Facebook. Ovviamente tu puoi commentare i contenuti che vedi, ma non puoi aggiungere contenuti.

Il contenuto (il post) è una cosa, il commento al contenuto è un’altra.

È solo Facebook che prende i contenuti dai diari (o dalle pubblicità) e li inserisce nella tua sezione notizie.

2. Diario

Il diario è esattamente quello che ci dice il nome. Il nostro spazio personale sul quale possiamo scrivere quello che vogliamo (rispettando i termini d’uso di Facebook).

Il Diario di Facebook

Quando apriamo il nostro profilo (di cui ti parlerò tra poco), l’elenco dei post che vengono visualizzati, è di fatto l’elenco dei contenuti scritti sul nostro diario.

Nota però che, contrariamente a quanto potresti immaginare, sul nostro diario potrebbero scrivere anche altre persone (dipende dalle impostazioni di privacy che hai configurato). Quando – ad esempio – è il tuo compleanno e le persone ti fanno gli auguri, ecco, in genere, quegli auguri vengono scritti dai tuoi amici sul tuo diario.

Tornando ai tempi della scuola, è un po’ come se i tuoi compagni di classe ti facessero gli auguri, prendendoti il diario (che tu hai dato loro) e scrivendoli ciascuno su una pagina del tuo diario.

Puoi vedere chi ha scritto sul tuo diario, passando alla “Visualizzazione griglia” e selezionando poi il filtro “Altri” in modo da nascondere i tuoi post, come nell’immagine qui sotto.

Come visualizzare i contenuti pubblicati da altri sul proprio diario

Se la Sezione Notizie la potevamo solo visualizzare, il Diario di contro è lo spazio dove andiamo a scrivere i nostri contenuti.

E qui può nascere un elemento di confusione, perchè, oltre a poter scrivere sul diario, direttamente dal nostro diario, come nell’immagine qui sotto

Creare un contenuto "a cosa stai pensando?" partendo dal proprio diario

Possiamo scrivere sul nostro diario anche dalla sezione notizie (come in quest’altra immagine).

"A cosa stai pensando" è presente anche nella sezione notizie

Quel “A cosa stai pensando Omar?” funziona esattamente allo stesso modo, indipendentemente da dove lo utilizzi. È semplicemente un modo per rendere più facile la creazione di contenuti.

È comunque IL modo per scrivere sul nostro diario.
Quello che scriviamo lì dentro (testo, immagine, video, ecc), viene pubblicato sul nostro diario.

Ok fino a qui?
In sintesi:

  • Sezione Notizie: è controllata da uno degli algoritmi di Facebook, noi la possiamo solo leggere ed è quello che vediamo quando apriamo Facebook (magari non avevi mai neppure notato che si chiamava Sezione Notizie)
  • Diario: lo controlliamo noi. È la parte sulla quale noi possiamo scrivere (e possiamo autorizzare altri a farlo).

3. Profilo

Ed ecco infine l’ultimo elemento: il profilo.

Quando ci registriamo la prima volta, Facebook crea il nostro profilo personale ed il nostro diario. Li percepiamo come una cosa sola, ma non è così. Del diario ne abbiamo parlato prima, ma del profilo, per quel che è l’oggetto di questo articolo, non c’è molto altro da dire.

Puoi vedere il profilo come un faldone che contiene sulla copertina i nostri dati principali ed all’interno tutto il resto. Tutto quanto il resto. Contiene il nostro diario, i nostri eventi, le autorizzazioni per gestire le pagine che amministriamo e le preferenze sulle pagine che seguiamo. Eccetera.

Il profilo in Facebook, è l’elemento che ci rappresenta come persona.

La pagina

Devo parlarti ancora di questa cosa, prima di iniziare a darti la risposta alla differenza tra Like e Follow in Facebook.

Devo parlarti della pagina.

Semplificando, puoi vedere la pagina come se fosse il profilo di un’azienda o di un personaggio pubblico. Ognuno di noi può avere la propria pagina. Io stesso ho una pagina su Facebook che utilizzo per parlare di marketing, in modo da separare quelli che sono gli aspetti professionali dalla mia sfera personale (per quanto parlare di sfera personale su Facebook possa aprire un dibattito ampio che non voglio affrontare in questo articolo).

Nota che, una pagina è visibile anche a chi non è registrato a Facebook. È una specie di sito web in qualche modo. Il tuo profilo personale invece è quantomeno visibile solo agli iscritti a Facebook e poi tu puoi restringere ulteriormente la visibilità limitando l’accesso al tuo diario ad esempio ai tuoi amici.

Per verificarlo, prova ad aprire una nuova finestra del browser in modalità anonima e collegati quindi ad una pagina qualsiasi e poi al tuo profilo (la prima la visualizzerai, il secondo no – Facebook ti chiederà di registrarti).

Fatta questa premessa, possiamo continuare la semplificazione dicendo che anche la pagina ha il proprio diario, esattamente come il profilo personale. Chiaramente qui le cose si complicano un pochino, ma noi manteniamo questa semplificazione, che è quella che ci serve per concludere l’articolo e chiarire la differenza tra Like e Follow in Facebook.

Il Follow

Possiamo decidere di seguire sia una pagina che una persona (cioè il diario personale di una persona).

Puoi mettere Mi Piace e Segui su una pagina
Pulsante Segui in dettaglio, relativamente ad una persona

Ecco qua la prima parte della risposta.

Quando seguiamo qualcuno (follow), stiamo dicendo all’algoritmo di Facebook che vogliamo vedere sulla nostra Sezione Notizie, i post che vengono pubblicati su quel Diario.

Il follow è una specie di “abbonamento. Non è una relazione personale. Non serve essere amici, colleghi o sposati. Mi interessa che tutte le volte che su quel diario viene pubblicato qualcosa, Facebook me lo faccia vedere.
Attenzione quindi, quando qualcuno scrive sul nostro diario, questo è un aggiornamento che, chi ci segue, riceverà.

Che poi “tutte le volte” non è nemmeno vero.

Possiamo, utilizzando l’opzione “Mostra per primi” che vedi nell’immagine qui sotto, segnalare all’algoritmo che vogliamo perdere il minor numero possibile di aggiornamenti, ma tanto maggiore sarà il numero di amici e pagine che seguiamo, tanto inferiore sarà la garanzia di non perdere alcun aggiornamento.

In altre parole, più diari seguiamo, più contenuti perderemo da ogni diario.

Perchè l’algoritmo di Facebook deve decidere cosa farci vedere e ad un certo punto non può farci stare tutto (ed anche perchè così facendo, chi gestisce le pagine, è incentivato a pagare per promuovere i propri contenuti).

Di fatto, per essere certi di non perdere nulla, bisogna visitare direttamente il diario.
Altrimenti sulla nostra Sezione Notizie ci ritroveremo, comunque, quello che decide l’algoritmo di Facebook.

Comando "Mostra per primi" di una pagina seguita

Il like (e l’amicizia)

Ed ecco qua la seconda parte della risposta che dovrebbe chiarirti definitivamente la differenza. Quando mettiamo un like sulla pagina (o diventiamo amici di qualcuno), in realtà stiamo creando DUE relazioni.

O meglio, è Facebook che, in automatico e senza evidenziarlo troppo, crea due relazioni. È facile verificarlo.

Mettendo un like ad una pagina si diventa fan di quella pagina. Più o meno allo stesso modo (con una richiesta che deve essere accettata), diventiamo amici con un’altra persona.

Il like è una relazione che esprime semplicemente supporto (alla pagina o alla persona).

Lo riscrivo, per rimarcarlo ulteriormente.

LIKE/AMICIZIA sono relazioni che esprimono supporto (non hanno nulla a che vedere con il diario e con quello che viene pubblicato).
FOLLOW esprime invece l’interesse ad essere aggiornati verso il diario di una persona/pagina (e non ha nulla a che vedere con il tipo di relazione che abbiamo verso la persona o la pagina).

Così, possiamo essere amici con qualcuno, ma senza seguirlo (perchè vogliamo esprimere il nostro supporto); ed allo stesso modo potremmo voler seguire qualcuno, senza però esprimere il nostro supporto.
Si pensi ad esempio al personaggio politico dal quale siamo distanti come opinioni, ma sul quale vogliamo rimanere aggiornati, considerando – peraltro – il ruolo ormai predominante dei social nella comunicazione politica italiana.

Lo seguiamo, ma non vogliamo certo che il suo nome compaia tra le pagine che ci piacciono (vedi immagine qui sotto), nè vogliamo esprimere il nostro supporto nei suoi confronti.

Dal diario è possibile vedere ai contenuti che piacciono ad una persona

Quindi, quando divento fan di una pagina (quando cioè metto il like a quella pagina), Facebook automaticamente ipotizza che io voglia anche seguire quello che quella pagina pubblica sul proprio diario. Per dare seguito a questa ipotesi, quindi, crea anche il follow.

Quando due persone diventano amiche, Facebook crea automaticamente anche la relazione di follow reciproca (ipotizza che ciascuna persona voglia seguire il diario dell’altra). Una relazione che può essere visualizzata così.

schema delle relazioni tra mi piace (like) e follow

È inoltre possibile seguire qualcuno senza essere amici ed essere amici di qualcuno (fan di una pagina) senza essere follower.
Possiamo infatti fare l’unfollow da una pagina restando fan e viceversa.

Conclusioni

È chiara adesso la differenza tra like e follow? Per evitare di appesantire troppo l’esposizione ho tagliato alcuni punti (come ad esempio il ruolo delle Storie, che sono un altro tipo di Diario), ma mi auguro che ora la differenza tra LIKE e FOLLOW sia almeno un po’ più chiara di prima.

Comunque, per verificare se hai capito, prova a riflettere su questa frase: chi gestisce le pagine dovrebbe essere interessato ad avere più fan o più follower?

Se ti è piaciuto e ti è stato utile ti chiedo di condividere questo articolo con i tuoi contatti. Se hai dubbi o vuoi semplicemente farmi sapere cosa ne pensi, scrivimelo nei commenti.

Ti ricordo infine che questo articolo è estratto dal materiale del mio corso di Marketing Digitale per Manager disponibile su Udemy (vai al corso).

Credits immagini di copertina: Background vector created by freepik – www.freepik.com